Quando è nata la Consulta?

La consulta interassociativa femminile di Milano è nata da un accordo interassociativo agli inizi degli anni sessanta quando varie Associazioni femminili, operanti nel territorio, si resero conto che molti dei problemi della comunità cittadina interessavano le donne ed era necessario unire le forze per essere più incisive. In un primo momento poche, poi sempre più numerose, oggi sono più di quindici le Associazioni professionali e di servizio che la compongono.

Già negli anni 1950-60 molte Associazioni Femminili hanno contribuito attivamente all’emancipazione della donna, nel 1963 molte di queste decisero di fare “network” insieme.

Come è nata?

La Consulta femminile di Milano è nata da un accordo interassociativo agli inizi degli anni sessanta quando varie Associazioni femminili, operanti nel territorio, si resero conto che molti dei problemi della comunità cittadina interessavano le donne.

Nel 1963 si presentò ufficialmente al Sindaco e alle Autorità comunali illustrando, con due diversi interventi, le due future finalità e i suoi futuri programmi proprio in occasione di un Convegno sugli sviluppi di Milano. Da allora, si è svolta la sua attività di equipe nell’intento di mettere a fuoco, volta per volta, il problema sociale che, nel momento appare più saliente.

Le tematiche, susseguitesi, nel tempo, sono state molte e hanno captato alcune tra le tante esigenze della vita sociale, tuttora presenti nell’odierna complessità cittadina:

  • servizi sociali e la casa per la famiglia in rapporto alla donna che lavora
  • stutture socio-sanitarie di zona
  • servizi sociali per la prima infanzia
  • problemi degli anziani
  • ospedali diurni
  • consultori pre e post matrimoniali
  • problemi dei ragazzi nella città e altri
  • padri separati

Di cosa si occupa?

La diretta comunicazione attraverso assemblee popolari nelle zone più disagiate, e direttamente, con alcuni consigli di zona: i convegni, le tavole rotonde, le giornate di studio con relatori esperti operanti nel settore e le diverse pubblicazioni conoscitive mirano a sensibilizzare l’opinione pubblica e a stimolare più attiva partecipazione delle donne ai problemi che le riguardano.

La Consulta è un volontariato la cui presenza nel contesto sociale si fa tramite, a favore della comunità cittadina, attingendo energie e mezzi alla propria forza spirituale e a quella concreta della propria attività.

Nel complesso si può dire che la Consulta Interassociativa Femminile di Milano abbia svolto da allora un importante ruolo di stimolo sia per le Associazioni Femminili sia per le Istituzioni, contribuendo a promuovere iniziative importanti per il lungo cammino di emancipazione delle donne sul territorio a volte smuovendo pigrizie ed inefficienze consolidate.

Copyright © 2017 Consulta Femminile Interassociativa Milano Cookie - Privacy